Come affrontare il caldo estivo?

Come affrontare il caldo estivo?

Si sa che in estate le temperature aumentano e per chi le vacanze sono ancora lontane, ritrovarsi a lavorare in uffici o ambienti caldi e umidi diventa difficile.

Qualche consiglio?

Per evitare queste spiacevoli situazioni è opportuno arieggiare il luogo in cui si trascorre la maggior parte della giornata. Se si fa uso di condizionatori o deumidificatori il consiglio è di vestirsi a “cipolla” in modo da non subire sbalzi termici repentini e incorrere in malanni stagionali. Meglio preferire abiti comodi e leggeri fatti di materiali traspiranti e di colore chiaro evitando capi sintetici.

Idratazione e alimentazione

L’aumento repentino delle temperature può portare ad una condizione fisica di stanchezza causata dal caldo, che a sua volta può portare a disidratazione, crampi e colpi di calore. È importante rimanere idratati e portarsi sempre dietro una borraccia con acqua fresca o prepararsi tisane fredde rinfrescanti e dissetanti che ci invoglino a bere durante la giornata.

L’alimentazione ci aiuta ad aumentare l’apporto idrico: frutta e verdura di stagione, cibi freschi e leggeri. Sono consigliati piccoli pasti e frequenti per fornirci la giusta dose di energie e nutrienti e che non richiedano lunghi tempi di digestione e preparazione. In estate un gelato o una granita fanno sempre gola, ma occhi a non abusarne poiché la quota zuccherina in queste preparazioni è elevata!

Chi per lavoro è costretto a rimanere sotto il sole per molte ore raccomandiamo di integrare con sali minerali come potassio e magnesio che, in caso di caldo o eccessivo sforzo fisico, vengono persi con la sudorazione. Il magnesio è fondamentale per una corretta funzione muscolare, nervosa e immunitaria. Il potassio invece è necessario per il normale funzionamento di tutte le cellule.

Non dimentichiamoci delle gambe!

Chi per lavoro o abitudine è incline a rimanere molte ora in piedi o seduto, le gambe sono le prime a risentirne. Soprattutto nel periodo estivo si avvertono formicolii e stanchezza percependole pesanti e gonfie in particolare a livello delle caviglie. Questi fastidi sono causati dal ristagno di sangue nelle vene: perdono elasticità e tono e le valvole venose non funzionano a dovere. Il sangue che dai piedi risale verso il cuore può refluire verso il basso aumentando la pressione nelle vene. Tutto ciò si accentua con il caldo che provoca dilatazione dei vasi superficiali, e aumenta perciò il sovraccarico venoso, rallentando ulteriormente la circolazione sanguigna.

Accorgimenti utili “fai da te”!

È possibile intervenire su questi disturbi con trattamenti e prodotti cosmetici che agiscano localmente. Iniziamo con un bel massaggio alle gambe: migliora la circolazione sanguigna e promuove il riassorbimento dei liquidi stagnanti. È preferibile eseguire un massaggio che parta dalla pianta del piede e salga fino al bacino.

È importante usare il giusto prodotto cosmetico: scegliendo un’emulsione rinfrescante si percepirà un immediato sollievo. Inoltre, attivi come il ginkgo biloba ed escina hanno interessanti effetti vascolari. Il ginkgo è costituito da sostanze di natura flavonoidica che agiscono sulla microcircolazione periferica migliorando e portando benefici; l’escina è utile nel diminuire i sintomi degli arti affaticati come tensione e dolore, con azione vaso protettrice.

Rimane sempre importante muoversi il più possibile e, se costretti a rimanere seduti per ore, non accavallare le gambe a lungo. Per evitare pressioni sulle cosce che ostacolano la circolazione, ogni tanto alzati per fare due passi. Per favorire il ritorno venoso è utile anche alzare per qualche minuto gli arti inferiori, specie alla sera quando la sensazione di pesantezza è accentuata, e dormire con uno o due cuscini sotto i piedi.

 

La tua Farmacia di fiducia

Scegliere la tua Farmacia è fondamentale:
ci avvicina alle tue esigenze
permettendoci di accompagnarti,
anche a distanza,
in un percorso di benessere pensato per te.

Trova la tua farmacia